Get Adobe Flash player

 JUNIORES LEGNANO - GIRONE A

 RITORNO - GIORNATA 12 - 23 APRILE 2016 – LAINATE ORE 17.15

 

 ORATORIO SAN FRANCESCO - GERENZANESE 6 - 3 (P.T. 2 - 2)

 P.T. 10’ Rombolà (O) su rigore, 19’ Costanzo (G), 39’ D’Angelo Andrea (G), 43’ Rombolà (O) su rigore  S.T.  7’ Bargavan (O), 10’ Volontè (O), 14’ De Ceglia (G), 26’ Pozzato (O), 49’ autogol Recaj (G)

 ORATORIO SAN FRANCESCO  – Fagiani, Guzzi (42‘ PT – Caputo), Belbusti, Rombolà, Papapicco, Bargavan, Volontè (26’ ST – Dorigatti), Boldini, Pozzato (33’ ST – Rizzo), Mastropietro (30’ ST – Puccio), Pandullo  N.E. Caneri - Allenatore: Bina Alessandro

 GERENZANESE – Colombo, Fazzari, Todini, Franchi (12’ ST - Pinzi), Kuhn (34’ PT – Laudicina), Plebani Andrea (7’ ST – Gattuso), Mendola, Recaj, D’Angelo, De Ceglia, Costanzo  N.E Curic - Allenatore: Omar Stefani

 Partita di fine stagione con difese poco attente, gol sbagliati e poi gol a valanga: prevale largamente l’OSAF, che dimostra di avere più voglia di giocarsela fino in fondo. Manca l’arbitro e per aspettare il sostituto si inizia con quasi un’ora di ritardo, che in compenso poi fischia come una vaporiera, interrompendo continuamente il gioco, spesso a sproposito. Formazione molto giovane per la Gerenzanese, che gioca senza fuoriquota, con due ’99 e un 2000 in campo nella formazione titolare e altri due 2000 che entrano nella ripresa, con il debutto nella juniores per Diego Pinzi.

Il campo sintetico non troppo grande spinge le due squadre ad affrontarsi a viso aperto, con continui capovolgimenti di fronte. La prima percussione è di Costanzo, oggi particolarmente in palla su un campo che esalta le qualità tecniche, ma il suo tiro viene deviato in angolo. Gli risponde Pozzato che conclude sul fondo.

Al 6’ la prima palla gol è per D’Angelo, servito in area da Costanzo, ma il suo pallonetto viene alzato sopra la traversa dal portiere Fagiani.

Al 10’ incursione sulla destra di Pandullo, Franchi lo atterra con un’ancata senza accorgersi di essere appena dentro l’area di rigore. Rigore tanto netto, quanto inutile. Batte Rombolà, spiazzando Colombo e mandando la palla sul palo sinistro e quindi in gol: 1-0.

Non passa un minuto e la Gerenzanese  ha l’occasione del pareggio, con Costanzo che va via in dribbilng sulla sinistra, entra in area e dal fondo serve al centro De Ceglia, solo a porta vuota, che manca però clamorosamente la deviazione.

L’OSAF preme in avanti, ma è la Gerenzanese a partire in contropiede al 19’, con un lancio che serve Costanzo sulla corsa, volata fino all’area e conclusione a incrociare che si insacca sul palo sinistro: 1-1.

L’OSAF ricomincia a spingere e al 33’ il portiere Colombo respinge una deviazione da distanza ravvicinata. Nell’occasione si infortuna Kuhn, che poco dopo è costretto a uscire.

Al 39’ è ancora Costanzo ad andare via e a venir fermato fallosamente al limite sinistro dell’area. Batte De Ceglia, deviazione del portiere sulla traversa e sulla palla piomba D’Angelo a incornare la rete del vantaggio degli ospiti: 1-2.

Il vantaggio dura poco, perché al 42’ l’OSAF penetra a sinistra, cross al centro e conclusione respinta, palla verso il dischetto e altro rigore, che questa volta definire molto generoso è poco, per una ostruzione del capitano Recaj. Batte di nuovo Rombolà, cambia e tira a destra, con Colombo che tocca, ma non respinge: 2-2.

Comincia la ripresa con una punizione di Mendola, che finisce alta di poco. Al 7’ però l’OSAF torna nuovamente in vantaggio, angolo dalla sinistra verso l’area piccola e deviazione di testa di Bargavan, che anticipa l’uscita di Colombo: 3-2.

Poco dopo si infortuna Costanzo, fino a quel momento sicuramente il migliore sul terreno di gioco per la Gerenzanese, che rimane in campo, però senza più riuscire  a correre, essendo già esaurite le sostituzioni.

Al 10’ punizione dalla destra per l’OSAF, Colombo respinge corto, Volontè riprende palla e conclude a rete da sotto porta: 4-2.

Pur giocando praticamente in dieci la Gerenzanese prova a riprendere in mano la gara e al 14’ accorcia le distanze, con De Ceglia che conclude dal limite e batte Fagiani sulla destra: 4-3.

Grande occasione del pareggio al 17’, con Gattuso che va via a destra e serve al centro D’Angelo, conclusione di testa forte, ma centrale, che Fagiani respinge a mani aperte e palla in angolo.

Al 26’ l’OSAF allunga: punizione dalla destra respinta da Colombo, palla ripresa a limite da Pozzato, che conclude in rete per il 5-3.

Poco dopo la mezz’ora l’arbitro fischia un fallo contro la Gerenzanese e poi si ferma a discutere a lungo con i giocatori dell’OSAF  (altro vizio del direttore di gara: parla troppo). Poi richiama Todini e lo ammonisce, che gli risponde battendogli le mani e viene espulso.

Praticamente in nove la Gerenzanese non riesce più a rendersi pericolosa e anzi, in pieno recupero, subisce anche il sesto gol, che in realtà è un’autorete del capitano Recaj, che di testa mette nella propria porta un cross dalla destra.

Partita da dimenticare in un finale di stagione difficile, caratterizzato da infortuni e continue squalifiche: basti pensare ai 31 punti fatti nel girone d'andata, che nel girone di ritorno si fermano, per il momento, a 16.

Sabato prossimo ultima partita casalinga contro la Pro Juventute.

Ammonito per gioco scorretto Pinzi, per proteste De Ceglia della Gerenzanese. Espulso al 37’ ST Todini della Gerenzanese per proteste. Ammoniti Papapicco e Pandullo dell’OSAF per gioco scorretto.  

  • Bicast
  • Comvitea
  • Fusè e Ghirimoldi
  • Car Service - Battistini & C.
  • Minumetal
  • Redic
  • Centro Medico Gerenzano
  • Magni & Motta
  • McDonalds
  • Anfabo
  • Rossi Alberto
  • Fa.Ro. Verniciature
1362649
Oggi
Ieri
496
621

Il tuo IP: 18.204.227.250